Come fare forex tradingprogettiamo insieme il trading online

I mercati finanziari offrono a tutti delle opportunità enormi ed è per questo motivo oggi che moltissime persone sono attratte dagli investimenti nel forex. E ' un mercato che ha che fare con la compravendita di valute o divise che funzionano a coppie. Non è assolutamente come giocare in borsa, nelle sezioni successive si capirà il perché.

In questa guida si affronteranno vari temi, dalle fasi in cui fare forex trading online in maniera operativa fino alla scelta del broker, con degli approfondimenti sulla terminologia tecnica. In una sezione apposita si cercherà di dare una risposta alle domande frequenti (FAQ) che si pone chi vuole diventare trader di successo o chi è all'inizio di un percorso formativo per cercare di apprendere le tecniche ed i segreti. Oggi bisogna fare attenzione a molti aspetti del processo considerando il fatto che le fasi di controllo e commercio possono avvenire sia da desktop che da smartphone in mobilità.

Ma come funziona il mercato delle valute ? Ecco alcune sezioni utili per capirne di più:

  • I primi passi
  • Forex online : azioni, indici, stock e materie prime
  • I contratti per derivati e quelli per differenza (CFD)
  • Quali sono i rischi e le opportunità ?

I primi passi

Chi è dentro questo settore sa benissimo che con il termine “trading” si includono tutte quelle attività che hanno a che fare con la compravendita di beni. In borsa è possibile acquistare titoli o azioni e rivenderli per ricavarne un profitto. Spesso per fare questo tipo di azioni di ha bisogno di una intermediazione di banche, il forex è invece un mercato leggermente differente che presenta le seguenti caratteristiche:

  • è over the counter (OTC)
  • è aperto per 24 ore su 24
  • parte da una enorme base di liquidità
  • è facilmente accessibile a tutti

Rispetto alla borsa la fase di commercio vera e propria viene regolata da un broker. Si tratta di società che permettono l'inserimento di ordini nel sistema per permettere ad ogni trader di acquistare e rivendere. Questa fase viene realizzata grazie all'utilizzo di software e di piattaforme elettroniche.

In ogni caso per muovere i primi passi è necessario avere una buona conoscenza dell'argomento, sapere quali sono i termini utilizzati, quali sono le principali valute, come analizzare e leggere i grafici ma sopratutto essere predisposti mentalmente.

Forex online : azioni, indici, stock e materie prime

Nelle sezioni precedenti sono state poste le basi per la comprensione. Ci sono altri termini su cui è bene chiarire alcuni aspetti. Le società quotate sono composte da azioni e sono acquistabili da quasi tutti a stock. Ci sono i mercati primari in cui grandi fondi ed investitori concorrono per acquisirle o quelli secondari in cui vendere le proprie quote. Chi opera facendo attenzione alle notizie deve studiare anche i mercati delle materie prime controllando anche come variano gli indici delle borse principali.

Come vedremo nei successivi paragrafi anche il Mib o il Dax o il Dow Jones sono disponibili per operazioni sopratutto con i contratti per differenza, dunque vanno tenuti presenti. Inoltre le analisi storiche devono necessariamente comprenderli. Un sito molto valido per rimanere aggiornati è rappresentato dalla sezione Markets di Bloomberg, dove trovate l'andamento in tempo reale delle valute e le notizie più interessanti.

I contratti per derivati e quelli per differenza (CFD)

Quando si sente parlare di contratti derivati sale la sensazione di paura, spesso dovuta al fatto che non si conoscono a fondo. Molti strumenti sono stati regolati dalle autorità europee come ad esempio le opzioni binarie che oggi vengono offerte da moltissime società, anche in Italia. Un altro tipo è dato dai cosiddetti contratti per difference (CFD). Nel momento in cui si utilizza quest'ultimo non si fa altro che un accordo tra due figure che accettano di stipulare un contratto sul prezzo di inizio e fine di un bene dopo una contrattazione.

Tipicamente viene redatto tra un broker ed un trader, ad esempio uno dei migliori mediatori italiani che è Plus500 (maggiori dettagli si trovano qui) opera esclusivamente in questa modalità su tantissimi asset di mercato. E' evidente che ci sono dei rischi connessi con l'utilizzo di questi che devono essere gestiti, si vedrà in seguito come.

Quali sono i rischi e le opportunità ?

Le valute così come le opzioni hanno aperto degli scenari molto interessanti. Hanno offerto grandi opportunità a tutti grazie alla facilità che si ha nell'iniziare, tuttavia questo ha anche posto l'attenzione sul rischio di perdita di capitali. Molte persone che si avvicinano al settore oggi hanno una fortissima propensione al rischio e spesso operano senza avere una adeguata formazione.

Chi non ha esperienza e non investe nello studio non potrà mai avere successo, ecco perchè è conveniente iniziare il proprio percorso andando per step successivi. Questo non significa non investire subito in piccole operazioni, ma vuol dire operare per passi in maniera corretta. E' la strada migliore da percorrere verso il successo.

Fare trading sul forex

Fatte le dovute considerazioni ora si affronta la fase più operativa. Chi non sa da dove cominciare è nel posto giusto.

Prima di entrare nello specifico sono da valutare due aspetti:

  • Diventare trader : un mestiere non per tutti ?
  • Psicologia e propensione al rischio

Un ulteriore approfondimento con dei pdf scaricabili sul forex trading lo puoi trovare anche su www.forexdeer.com dove ci sono delle guide interessanti anche sui mercati oltre a notizie e le recensioni dei broker italiani più famosi. Segnalo fra le altre risorse che sono consigliate perchè offre degli strumenti molto utili.

Ora si entrerà nella fase operativa cercando di rispondere a delle domande fondamentali.

Diventare trader : un mestiere non per tutti ?

E' stato detto che esperienza equivale a conoscenza, per questo motivo non tutte le persone sono adatte a fare negoziazione. Per vivere di trading ci possono essere varie strade per arrivare. C'è chi inizia formandosi e studiando sui libri e chi riesce a fare "mining" di dati estrapolando dagli esempi i dati di cui ha bisogno.

Probabilmente il secondo tipo di figura è quella che oggi riesce a guadagnae di più, va bene l'accademia ma un corso non può colmare le lacune che ogni persona ha. Anche una perdita può essere in un certo senso salutare anche perchè dopo le sconfitte di solito molti riescono a rialzarsi facendo tesoro degli errori commessi.

Lo stile determina anche il tipo di investitore che si vuole diventare:

  • Il Day Trader : è una figura che opera sulla giornata facendo poche operazioni. Di solito richiede un controllo minore e più fase di analisi.
  • Il Trader Intraday : è il tipo di attività più stressante in quando richiede decine e decine di operazioni nella stessa giornata. In questa categoria rientrano anche gli scalper (cioè chi fa scalping) e i professionistiche realizzano piccoli profitti su tante operazioni
  • Il Trader di posizione : è quello più analitico che apre posizioni controllandole anche nell'arco di giorni o settimane. Probabilmente si tratta delle figure più preparate che fanno grossi guadagni e sono anche più disponibili a sopportare perdite. In generale operano con strategie ben definite

Psicologia e propensione al rischio

Molto spesso la paura di negoziare è il peggior alleato dell'utente. Non tutti hanno la stessa propensione ad investire e la psicologia è una delle cose in grado di condizionare le persone sia in modo positivo che negativo. Per questo motivo leggere notizie che fanno riferimento a condivisioni e copia di strategie lascia il tempo che trova.

Ogni trader ha un suo stile unico che non può essere replicato perchè per farlo occorrerebbe copiare l'intera persona e trasferirla da un'altra parte. Gli investimenti sono unici per questi, possono essere fatti da gente di vario tipo ognuna con il suo carattere. Spesso chi ha paura di perdere smette di commerciare valute oppure si lascia passare delle opportunità. D'altra parte ci sono traders molto aggressivi che invece eccedono nell'altro verso.

In ogni caso mantenere il controllo delle proprie emozioni può far fare veramente il salto oltre ad una serie di accorgimenti:

  • fare le proprie operazioni con calma e parsimonia
  • dedicare del tempo consistente a studiare i grafici e fare analisi
  • gestire il proprio portafoglio usando i sistemi automatici di limitazione dei rischi e delle perdite
  • perdere quando è il momento di farlo senza cercare di aprire nuove posizioni per rifarsi

Sono delle cose scontate, magari banali ma che non sono rispettate da tutti. Se si sono subite delle perdite non cercare mai di entrare nuovamente nel mercato per bilanciare la perdita. Le valutazioni devono essere fatte con calma per cercare nel medio periodo che il saldo finale sia in guadagno.

Aprire un conto con un forex broker

Prima di arrivare alla fase finale con l'immissione degli ordini nelle piattaforme elettroniche è necessario valutare attentamente con quale broker finanziario farlo. Per aprire un conto con uno di questi tipicamente si utilizza il loro sito web in cui si compilano con dati veri dei form di richiesta. Fatto questo si viene contattati e l'account viene abilitato.

Nel caso in cui ci sia un software da scaricare si indica il programma che deve essere installato sul proprio computer dopo il download. I siti moderni offrono anche strumenti web based o applicazioni da scaricare su android o iphone in cui gestire le proprie movimentazioni.

La tendenza comune è quella di accettare che non si può fare a meno del proprio mediatore in quando fornisce a tutti gli interessati il punto di ingresso nel mercato. Questo è vero ma bisogna considerare che prima di iscriversi si sottovaluta una fase : quella dell'affidabilità del broker.

Come fare a scegliere il miglior broker ? Come si stabilisce se è affidabile ed onesto ? Alcuni punti a cui fare attenzione sono questi :

  • Il broker è regolamentato dall Consob ?
  • Quali sono le direttive e le licenze europee ?
  • Dove vengono custoditi i soldi ? Le banche depositarie
  • I metodi per depositare e prelevare fondi
  • I tipi di piattaforme di trading : elettroniche o web based ?
  • I tipi di account
  • I trading system a cosa servono ?

Il broker è regolamentato dalla Consob ?

Per essere sicuri di non incappare in truffe o raggiri è necessario affidarsi ad un partner in grado di seguire l'intero percorso del trader. Quelli sicuri devono passare dei severi controlli sia in Italia che a livello europeo. Per questo motivo la Consob ( http://www.consob.it) si occupa di fare dei test rigorosi su queste società garantendo la riservatezza e la sicurezza dei conti degli investitori. Stabilisce anche se i software sono esenti da bug e funzionano in modo corretto, tutto questo per salvaguardare i consumatori.

Eccone alcuni selezionati

  • Markets

    broker forex

    tanti asset

    bonus enormi

    supporto professionale

    affidabile e sicuro

     

    ISCRIVITI

  • Plus500

    broker CFD

    conti demo

    bonus

    migliore assistenza

    per professionisti

     

    ISCRIVITI

  • 24 Option

    opzioni binarie

    rendimenti 85%

    bonus

    corsi dal vivo

    video tutorial

     

    ISCRIVITI

Quali sono le direttive e le licenze europee ?

Nel resto dell'Europa e del mondo ci sono altre direttive stringenti e controlli molto rigorosi. Altre sigle da tenere bene a mente sono FCA, Mifid e CySec. La FCA è la financial conduct authority operante nel Regno Unito che si occupa di fare test molto scrupolosi. Non tutti riescono a superarli e pertanto in alcuni paesi non sono legali.

Le direttive Mifid e della Cysec sono altre due licenze che vengon concesse nella comunità europea, la stragrande maggioranza degli intermediari finanziari dispone di queste autorizzazioni, in ogni caso è bene controllare sui relativi siti se il nome della società in questione esiste oppure no.

Dove vengono custoditi i soldi ? Le banche depositarie

Di fatto un intermediario non funziona come le banche, stiamo parlando di un conto di trading che è un account. I soldi vengono fisicamente versati e prelevati da istituti di credito collegati a cui il sito si appoggia. Non è detto quindi che ci siano in ballo banche sicure e in Stati sicuri. Per questo motivo è conveniente chiedere prima di iscriversi dove andranno a finire i fondi. Ci sono infatti società che operano in paradisi fiscali o paesi in black list.

Non è per nulla conveniente utilizzarli anche perché si rischia di incorrere in controlli o comunque di avere difficoltà a prelevare denaro da queste banche che non rispettano la sicurezza e le normative dell'Europa.

I metodi per depositare e prelevare fondi

Tutte le fasi passano attraverso versamenti sul proprio account e sul prelievo delle operazioni in profitto. Per fare questo si possono utilizzare i metodi messi a disposizione dal partner. Di solito i metodi migliori sono quelli sicuri e tracciabili come i bonifici bancari e le transazioni con carte di credito anche ricaricabili. Molti mediatori danno però la possibilità di usare strumenti di moneta elettronica come Paypal e si parla anche di Bitcoin anche se il settore è ancora giovane. In ogni caso è bene contattare la società facendosi spiegare tutte le varie possibilità ed i costi.

I tipi di piattaforme di trading : elettroniche o web based ?

Dopo alcuni anni ed esperimenti vari con vari portali si capisce una cosa : la piattaforma fa la differenza. Questo è facile capirlo. Spesso si utilizzano dei programmi inadeguati, che hanno crash o che sono peggio lenti in tutte le fasi.

Gli strumenti avanzati sono necessari in quanto :

  • è possibile inserire gli ordini e chiudere posizioni gestendo le posizioni
  • è possibile operare attraverso il mobile trading (anche da tablet e cellulari)
  • si possono studiare i grafici
  • si possono evidenziare le tendenze ed analizzare serie storiche

Affinché queste fasi siano condotte in maniera efficiente la piattaforma elettronica offerta deve essere reattiva e facile da usar. Generalmente lo standard è dato dalla Metatrader che viene offerta anche in combinazione ad expert advisor o altri strumenti di supporto.

Negli ultimi anni l'evoluzione delle tecnologie web ha fatto si che molte di queste vengano rilasciate esclusivamente con l'accesso via browser. Questo permette di avere il vantaggio di non scaricare nulla sul proprio PC. Potrebbero esserci però delle situazioni di sovraccarico del sito in cui il funzionamento potrebbe essere messo a dura prova, dunque è bene avere più modalità a disposizione.

I tipi di account

A seconda del tipo di intermediario con cui si a che fare possono variare i tipo di account offerti. In generale possono essere raggruppati in alcune categorie :

  • Conti standard : sono offerti dalla maggioranza dei broker e prevedono le operazioni base
  • Conti demo : permettono senza spendere nulla di provare tutte le caratteristiche offerte simulando ogni tipo di transazione. Sono molto utili per chi vuole passare da un broker all'altro o chi è semplicemente incuriosito da una nuova offerta o promozione
  • Conti micro e mini : hanno delle condizioni diverse con margini più bassi. Variano anche per quanto riguarda il deposito iniziale richiesto.

I trading system a cosa servono ?

Vari sistemi sono in grado di supportare il trader verso un processo decisionale molto difficile. Qual è il momento migliore per investire ? E' necessario impostare uno stop loss? Come individuare una tendenza ? Come leggere i grafici ?

Sono tutte domande a cui è difficile rispondere, per questo motivo molti siti hanno concepito i cosiddetti trading system che non sono altro che strumenti automatici che, tramite indicatori, possono aiutare chi negozia a fare delle cose "automaticamente". Possono essere usati per capire i punti di resistenza e supporto, a usare dei robot e a cercare di “sostituirsi” a chi investe anche se non è facile. Devono essere valutati per quelli che sono, nient'altro che sistemi di supporto e non di sostituzione. Per fare le cose necessarie ci sono troppi fattori da considerare per poter pensare ad un processo autonomo e computerizzato.

Restano tuttavia dei validi alleati.

La formazione ed il supporto

Quando conta lo studio? Tantissimo. Nel forex è necessario non smettere mai di studiare cercando di aggiornarsi sia sul web che partecipando ai corsi ed ai forum che vengono organizzati sia nelle città italiane dalle aziende specializzate che su internet. In ogni caso dei temi da sviscerare sono sicuramente questi:

  • Corsi di trading , ebook e guide
  • I servizi di segnali di trading
  • A che servono i bonus ?
  • Video tutorial e webinars

Le fasi operative del trading on line

Internet ha cambiato completamente il modo in cui gli utenti fanno trading. Senza una pianificazione, dei documenti di progetto non si ottengono facilmente i risultati. Ecco perché in queste pagine si cercherà di evidenziare quali sono gli step fondamentali per poter negoziare in maniera efficace:

  • L'analisi tecnica
  • Come leggere i grafici e sfruttarli al meglio
  • L'analisi fondamentale : fare trading sulla notizia
  • Il processo di money management è utile ?
  • I contratti derivati : futures ed opzioni

Approfondisci

Il glossario e la terminologia

Le basi prevedono che si debbano conoscere i termini. Prima dell'esperienza è necessaria la conoscenza del settore, ecco perchè in questa sezione sono stati evidenziate le cose da sapere assolutamente prima di iniziare:

  • Cosa è lo spread ?
  • Cosa è e a che serve la leva finanziaria o leverage?
  • Come funzionano gli ordini ? Apertura e chiusura di posizioni
  • Cosa sono i pips ?
  • Lotti, microlotti : cosa è necessario sapere?
  • Lo stop loss ed il take profit

Approfondisci

Le domande frequenti (FAQ)

Tante sono le domande da farsi, alcune scontate altre un po' meno ovvie. Tuttavia è bene raccoglierle per metterle in file cercando di dare la spiegazione migliore possibile. In caso di dubbi ulteriori è possibile scrivere all'assistenza. Alcune molto comuni sono le seguenti:

  • E' possibile guadagnare con il forex ?
  • Meglio il forex o le opzioni binarie ?
  • Come scegliere un broker affidabile ?
  • Se sono un principiante da dove inizio ?
  • Come funziona la tassazione ?

Rimani connesso e aggiornato